A.A.A. cercasi creativi: la nuova rubrica de “La Testata”

Siamo a novembre, gente. Non vorrei mettervi addosso più ansia di quanta ne provate ogni giorno al supermercato davanti ai cotechini in scatola, ma il 2017 volge al termine. E’ tempo di bilanci, di autocritica, ma principalmente di buoni propositi. E non parlo di improbabili imprese quali “da Gennaio mi metto a dieta”, o “questo è l’ultimo pacchetto, poi smetto”: parlo di impegni reali, concreti,continuativi.Per questo, con grande gioia, annuncio il nuovo ottimo proposito del giornale www.latestata.info.La redazione sta ripartendo con tantissime novità, che vi invito a scoprire iscrivendovi al giornale gratuitamente. Per quanto mi riguarda curerò una rubrica dal nome esplicativo ed evocativo.“Creativi sommersi: storie di talenti da cassetto”Il progetto coinvolgerà scrittori come te, che nel 1996 hai scritto un libro, ne hai fatto rilegare e stampare mille copie e, dopo averne venduta una parte, non hai ricevuto il supporto necessario per poter far conoscere la tua opera. E coinvolgerà pure te, creativo o piccolo artigiano, con un talento inespresso fra le mani che aspetta solo di essere portato a conoscenza del pubblico. L’obbiettivo è quello di far emergere l’estro artistico di tutti coloro i quali non hanno avuto fino ad ora il giusto spazio per presentare se stessi e le proprie opere. La rubrica si propone inoltre di aggiornarvi circa mercatini ed eventi in programma, realizzare interviste ad editori e professionisti che operano nel campo dell’arte, e riportare esempi concreti di startup e realtà imprenditoriali che della passione hanno fatto una professione.Ed ora i compiti a casa per voi.Fate mente locale, e cominciate a pensare a tutte quelle menti geniali che, per mancanza di autostima o di opportunità, ritenete stiano sprecando il loro talento, tenendolo dentro un cassetto a prender polvere. Contattateli, e dite loro di scrivere un’email a marta.ban@libero.it . In questo modo potremmo metterci in contatto e realizzare una breve intervista, creando così la connessione fino ad ora mancante fra un’espressione artistica ed i suoi fruitori. Se vi siete riconosciuti nel profilo appena descritto proponetevi: sarà una bella occasione di confronto ed un mezzo per testare il gradimento dei vostri lavori su un pubblico vasto.Ora andate, e spargete la voce. Fatelo sul serio, perchè babbo natale vi vede, e ad ogni promessa non mantenuta depenna un regalo dalla lista.

A prestissimo.

Marta Banditelli