Kalahari

All’interno del gruppo sociale dei !KUNG SAN, i cacciatori-raccoglitori del Kalahari, gli anziani erano le vere autorità. Ciechi e storpi erano mantenuti dagli altri, smentendo così l’idea (peraltro confermata in molti altri casi) che nelle società di caccia-raccolta i vecchi e gli infermi vengano eliminati. Un dato interessante che emerseContinue Reading

I !KUNG SAN, cacciatori-raccoglitori del Kalahari

Negli anni Sessanta l’antropologo Richard Lee intraprese lo studio a lungo termine di un gruppo di cacciatori-raccoglitori del deserto del Kalahari. I boscimani !Kung parlanti una lingua della famiglia kohisanide, erano circa quattrocentocinquanta, dispersi in vari accampamenti occupati in media da trenta individui ciascuno. Benché avessero avuto i primi contattiContinue Reading

I cacciatori raccoglitori

Attualmente i cacciatori-raccoglitori rappresentano una frazione percentualmente infinitesimale del totale degli abitanti del pianeta; si ritiene infatti che essi non siano più di quarantamila. Alle soglie della rivoluzione agricola essi costituivano, di contro, la totalità della popolazione mondiale. È pertanto evidente che la caccia-raccolta ha conosciuto una progressiva e radicareContinue Reading

Forme storiche di adattamento: le società "acquisitive"

Durante la colonizzazione del pianeta l’umanità ha occupato aree diversissime e la specie umana ha dovuto, pertanto, elaborare strategie di adattamento altamente diversificate adattandosi ad un ambiente particolare, costruendo utensili differenti per sfruttare il diverso ambiente circostante, inventando metodi diversi per ripararsi dal freddo o dal caldo, mediando con altriContinue Reading

Forme storiche di adattamento

Durante la colonizzazione del pianeta l’umanità ha occupato aree diversissime e la specie umana ha dovuto, pertanto, elaborare strategie di adattamento altamente diversificate adattandosi ad un ambiente particolare, costruendo utensili differenti per sfruttare il diverso ambiente circostante, inventando metodi diversi per ripararsi dal freddo o dal caldo, mediando con altriContinue Reading

di Donatella D’Addante Il grande sviluppo delle ricerche etnografiche nel corso del Novecento ha indotto gli antropologi a sistematizzare le conoscenze acquisite secondo il criterio delle aree culturali. Un’area culturale è una regione geografica al cui interno sembra plausibile comprendere una serie di elementi sociali, culturali, linguistici, ecc. relativamente simili.Continue Reading

di Donatella D’Addante Un’efficace illustrazione di come fattori culturali, migrazioni e costituzione di popolazioni geneticamente individuabili possano essere tra loro interconnessi è quella derivante dalla diffusione dell’agricoltura in diverse parti del pianeta a partire dalla rivoluzione agricola dell’VIII millennio a. C. Secondo gli studiosi, la diffusione di alcune famiglie linguisticheContinue Reading

Il tempo, questo mistero

La parola ‘tempo’ nel nostro linguaggio comune e quotidiano è tanto usata, che quasi ne ignoriamo il significato autentico, vero e profondo. Un vecchio saggio disse “se nessuno mi chiede che cosa è il tempo, lo so, ma se me lo chiedono non lo so”. Il tempo rimarrà un ‘mistero’Continue Reading

Parlando di lingue, culture e razze, non può non colpire la grande varietà che caratterizza l’umanità attuale, a più livelli. Da un punto di vista fisico gli esseri umani si differenziano per statura, colore della pelle, forma e colore degli occhi e dei capelli e tratti facciali. A livello linguistico,Continue Reading