La RAI ha bandito il regolamento per selezionare la città che ospitera l´Eurofestival che si svolgerà in Italia in quanto l´ultima edizione è stata vinta dalla rock band Maneskin.

Già me li vedo Sindaco, Giunta e Consiglio comunale di Cagliari con la Città metropolitana e Regione che contendono il prestigioso incarico e lo soffiano a Roma, Napoli, Milano e Torino.

Cagliari annuncia la propria candidatura per ospitare il prestigioso festival della canzone europea!” Del resto non siamo forse tra i popoli più ospitali? Abbiamo ospitato piemontesi e spagnoli negli ultimi seicento anni, cosa saranno mai qualche migliaio di persone che vengono a cantare?

L’occasione è ghiotta. E’ una vetrina per il turismo, per i prodotti locali, per gli artisti sardi che avranno l’occasione di fare incontri interessanti e future collaborazioni come i Tenores di Bitti con Elio, forse anche per intercettare qualche soldo versato in canone RAI o generosamente concesso dal Governo Draghi che vorrà fare bella figura con l’Europa!

Pensateci: lo show più seguito al mondo che si svolge per la prima e unica volta in Sardegna! Certo anche Sassari potrebbe accampare qualche richiesta. Del resto i sassaresi non pensano di essere la “capitale morale” della Sardegna? E non hanno forse la squadra di basket più titolata dell’Isola vincitrice pure di uno storico triplete?

OK. Parliamone. L’importante è che si svolga in Sardegna. L’Eurofestival! Ma ci pensate? Certo anche Nuoro e Oristano però… potrebbero avere qualche ragione per chiedere di ospitare l’evento… E perché non Olbia che ha pure l’aeroporto internazionale?

Insomma. Decidetevi. Avete tempo fino a lunedì per avanzare la candidatura. Il bando parla chiaro:

“La Rai Radiotelevisione italiana è chiamata ad organizzare l’Eurovision Song Contest 2022 (ESC), in qualità di emittente di servizio pubblico del Paese vincitore dell’edizione 2021. L’evento è lo show televisivo più seguito al mondo ed è organizzato sotto la supervisione dell’European Broadcasting Union (EBU). La città ospitante l’ ESC sarà selezionata da Rai sulla base di una serie di requisiti stabiliti dall’EBU. Tali requisiti sono analiticamente descritti in un documento di dettaglio che sarà trasmesso alle città che avranno comunicato il proprio interesse ad ospitare l’evento, inviando la comunicazione all’indirizzo pec amministratoredelegato@postacertificata.rai.it entro le ore 24.00 di lunedì 12/07/21. La selezione avrà successivamente luogo tra le città che avranno manifestato il proprio interesse alla candidatura e si saranno dichiarate disponibili a ospitare e a supportare l’evento attraverso la messa a disposizione di facilities e di contributi economici. Alcuni tra i requisiti indispensabili sono elencati qui di seguito.

Requisiti principali per ospitare il contest: La città ospitante deve essere dotata di: Un aeroporto internazionale che disti non più di 1 ora e 30 minuti da essa; Un’offerta alberghiera di oltre 2.000 stanze nelle aree contigue all’evento. Un’infrastruttura con i seguenti requisiti: – Essere al coperto, dotata di aria condizionata secondo gli standard vigenti e ben perimetrabile; – Avere una capienza di 8.000 – 10.000 spettatori nella sala principale durante l’evento ESC (che corrisponda al 70% della capienza massima prevista per i normali concerti, prendendo in considerazione le specifiche esigenze di ESC per palco e produzione); – Essere dotata di un’area principale che possa ospitare un allestimento e tutti gli altri requisiti necessari a realizzare una produzione di alto livello con altezze disponibili di circa 18 metri, in particolare, con buone capacità di carico sul tetto, e facile accesso al carico; – Avere una struttura logistica intorno all’area principale che supporti le esigenze della produzione di ESC quali: infrastrutture per la sicurezza, un centro stampa per 1.000 giornalisti, un’area per le delegazioni (artisti) che includa i camerini, strutture per il personale ed uffici, un’area per l’hospitality, servizi per il pubblico come toilettes e punti per la vendita di cibo e bevande ecc.; – Disporre di aree a raso e di facile accesso contigue ed integrate nel perimetro dell’infrastruttura per il supporto tecnicologistico di 5.000 mq; – Essere disponibile in esclusiva per 6 settimane prima dell’evento + le 2 settimane dello show (previsto a maggio 2022) e una settimana dopo la fine dell’evento per il disallestimento.”

Ajò che così vengono anche i Maneskin come ospiti, vincitori della scorsa edizione!

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.

Pubblicità