Ukraina Gran Gala Ballet: la danza che unisce

Nella serata di ieri 22 gennaio 2023, i danzatori dell’ArrondiART Ukrainian Classical Ballet hanno salutato l’isola, nell’ultima tappa al Teatro Massimo di Cagliari.

Un grande inizio della Stagione 2022-2023 de La Grande Danza firmata CeDAC Sardegna, a favore di un’arte inclusiva e accogliente.

In apertura, l’assolo di Alberto Pecetto con Hopak, famosa danza tradizionale ucraina, molto veloce e originaria della regione di Zaporižžja.

Lo spettacolo, suddiviso in due tempi da un’ora ciascuno, ha visto esibirsi artisti delle più note compagnie mondiali: Olga Golitsya e Jan Vana, Lina Volodina e Oleksii Potomkin del Teatro dell’Opera e Balletto Nazionale dell’Ucraina, Clara Ushizaka e Alberto Pecetto del Teatro dell’Opera della Polonia, Vasylieva Antonina e Tsapryka Kostiantyn del Teatro dell’Opera e Balletto di Charkiv, Teodora Spasik e Begojev Jovica del Teatro dell’Opera di Belgrado-Serbia, Larysa Hrytsai del Teatro dell’Opera e Balletto di Odessa e Takamory Miyu e Ryosuke Morimoto dell’Opera Nazionale di Budapest-Ungheria.

Un’opportunità di viaggiare per l’Europa centrale, alla scoperta di storie romantiche (La Esmeralda, La Sylphide, Giselle), trame avventurose (Pas d’Esclave, Le Corsaire) e amori non corrisposti (The Dying Swan, Don Quixote). A prevalere è la danza classica, ma non mancano le coreografie contemporanee (The Unnamed Feelings, tango).

Nella platea gremita, numerose coppie di giovani e famiglie, molte delle quali straniere. Tutti, bambini inclusi, hanno manifestato vicinanza e rispetto verso gli artisti, accompagnandoli per la maggior parte della serata a ritmo di applausi.

Nei saluti finali rientrano, acclamate dal pubblico, le coppie di personaggi del secondo atto: in un’alternanza di inchini tra il complesso maschile e femminile, la gioia e la gratitudine sono evidenti. L’esultanza dei connazionali ucraini a fine di ogni esibizione riassume l’orgoglio di un popolo, che per una serata non ha lasciato spazio al dolore della guerra.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses User Verification plugin to reduce spam. See how your comment data is processed.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.