Sala Conferenze della Fondazione di Sardegna a Cagliari

Sfida tra liceali “Per un pugno di libri…scientifici”

Nella Sala Conferenze della Fondazione di Sardegna a Cagliari la gara finale.

Nell’ambito del Festival della Scienza il 10 novembre 2022, presso la Sala Conferenze della Fondazione di Sardegna a Cagliari, tre squadre di studenti liceali si sono sfidate rispondendo a quiz e partecipando a giochi basati su un libro di divulgazione scientifica. La gara è stata pensata e proposta sulla falsariga del programma RAI “Per un pugno di libri”.

La finale regionale del gioco, ribattezzato Per un pugno di libri… scientifici è stata condotta da Viviana Fanti e Corrado Cicalò, per l’Università degli Studi di Cagliari e l’INFN  (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) e ha riguardato domande sul libro “Dove va la Fisica?” di Matteo Serra, non solo a carattere scientifico.

Studenti appartenenti alle classi quarte e quinte dei licei classico e scientifico dell’Istituto Salesiano Don Bosco si sono sfidati nella finalissima regionale con i loro compagni del Liceo Scientifico “Pacinotti” e del Liceo “Einaudi” di Senorbì. La prova ha visto vincitori, con notevole distacco di punteggio, i ragazzi del Don Bosco. 

Dalle parole dei protagonisti si coglie l’entusiasmo ma soprattutto la considerazione del valore che l’opportunità ha rappresentato per tutti loro: «Un’esperienza importante, non solo perché davvero la forza sta nel gruppo al di là delle conoscenze e dello studio dei singoli, ma anche perché ci permette di entrare in contatto con le altre scuole del territorio e prendere consapevolezza della nostra forza», dice Luca. Gioele aggiunge «felice di aver partecipato a questa magnifica esperienza formativa e interessante come introduzione al mondo della fisica moderna». 

I ragazzi sono d’accordo nel sostenere che dietro all’iniziativa ci sia stato  sicuramente «un grande lavoro e una grande dedizione, ma ha portato sicuramente a grandi risultati. La mattinata è stata molto intensa emotivamente e avere un contatto diretto con l’autore del libro, che si è mostrato molto disponibile a rispondere a qualsiasi domanda o dubbio, è stato bellissimo. Davvero un’esperienza stupenda», conclude Angelica.

Forse la valorizzazione della scuola, ad iniziare da studenti e insegnanti, passa per belle iniziative come questa che ha visto i ragazzi coinvolti in una stimolante esperienza di cooperazione e confronto.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments