QUARTU: FINE SETTIMANA RICCO DI EVENTI CULTURALI

QUARTU: FINE SETTIMANA RICCO DI EVENTI CULTURALI

QUARTU: FINE SETTIMANA RICCO DI EVENTI CULTURALI

Tre giorni intensi a Quartu tra mostre, libri, concerti e pieces teatrali. Riaprono anche le case tradizionali con ‘Lollas’.

Fine settimana ricco di eventi culturali a Quartu tra mostre, presentazioni di libri, concerti, pieces teatrali e l’apertura di antiche case tradizionali con il ritorno di Lollas. L’Amministrazione punta con convinzione sull’importanza anche sociale delle iniziative e grazie al programma ‘Quartu Ripresa 2021’ e alla collaborazione con l’Associazione Enti Locali per le Attività culturali e di spettacolo ha stilato un lungo calendario di iniziative, avviato in estate e proseguito in autunno, che va ora a illuminare un dicembre particolarmente intenso.

Già oggi, venerdì 3 dicembre, doppio appuntamento all’ex Convento dei Cappuccini. Alle 17 verrà infatti inaugurata la seconda edizione della mostra ‘Giogus – Anche i nonni giocavano’. Organizzata dall’Associazione culturale Femminas, con la collaborazione dell’Associazione Su Idanu e del collezionista Roberto Contu, l’esposizione permette di fare un salto nel passato e riscoprire quelli che erano i corredi e i giochi per l’infanzia dei bambini di un tempo. Sarà visitabile nella Sala delle Teche della storica struttura di via Brigata Sassari  dalle 16.30 alle 20.

Nella Sala Affreschi dell’ex Convento, alle 17, per la rassegna ‘Incontri Letterari’ all’ex Convento dei Cappuccini, si terrà inoltre la presentazione del libro “La Signora della Seta. La Straordinaria storia di Francesca Sanna Sulis”, di Ada Lai. Prendendo spunto dalle lunghe ricerche del giornalista Lucio Spiga, l’autrice ha voluto ripercorrere l’avventurosa vicenda di donna Francesca, imprenditrice, stilista e benefattrice, che riuscì a coniugare famiglia e affari e a stare al passo con uomini di potere come il nobile lombardo Giulio Giulini ed il temuto Ministro Bogino. Una storia di emancipazione femminile ante litteram, che ha molto affascinato la scrittrice, a sua volta impegnata nella politica attiva e nel campo del sociale. Francesca Sanna Sulis si distinse infatti agli occhi dei suoi contemporanei per aver saputo esprimere, in tutti i campi la spinta riformatrice del suo tempo: la sua seta valicò il mare di Sardegna e viaggiò per vestire dame e principesse di casa Savoia, nonché la zarina Caterina di Russia che, nel ritratto conservato all’Ermitage di San Pietroburgo indossa proprio una sua creazione.

Sabato 4 alle 16.30 nel chiostro è inoltre previsto uno spettacolo di marionette a cura dell’Associazione Teatro Tages, mentre domenica 5, alle 17, nella stessa location è in programma un concerto a cura del coro giovanile Clara Voce. In entrambi i casi l’ingresso è gratuito, previa presentazione del Green Pass.

Il 4 dicembre è prevista anche l’apertura degli itinerari diffusi programmati nell’ambito della rassegna ‘Lollas’, che quest’anno comprende le sedi di Sa Dom’e Farra, riaperta al pubblico proprio in occasione di queste festività natalizie, Casa Olla, il Teatrino dell’Oratorio in via Eligio Porcu, Casa Basciu in via Eligio Porcu e Casa Puxeddu in via Martini. La manifestazione prevede un appuntamento fisso nel pomeriggio dalle 18 alle 20, con la ‘La Casa Racconta’, un focus sulla storia delle attività tradizionali. Si segnalano, in particolare, a Casa Puxeddu il 4 dicembre ‘Favola di Natale’, a cura di Ananché, e il 5 dicembre a casa Basciu ‘Natale con gli Elfi’, del Teatro del Sale.

Il Teatrino dell’Oratorio in via Eligio Porcu andrà in scena la Piece ‘Articoli per Signore’ tratta dal libro omonimo della giornalista Maria Francesca Chiappe. Un approfondimento sulla disparità di genere, sul dislivello sociale tra uomini e donne, che ripercorre le cronache dell’Unione Sarda attraverso 130 anni di storia del giornale. L’accurato lavoro di ricerca di Maria Francesca Chiappe, prima donna capocronista del quotidiano, vengono riproposti dal lavoro dell’attrice Elisa Pistis e del chitarrista Luca Pauselli, che accompagnano il pubblico attraverso un viaggio che permette di capire chi eravamo, lasciando da parte i giudizi morali e integrando il racconto con momenti ironici. Conoscere il nostro passato permette infatti di interpretare meglio il presente, sottolineando che tutto quello che oggi pare scontato, in realtà, così scontato non è e che il percorso per l’emancipazione è ancora lungo e richiede la partecipazione di tutti, senza distinzione di genere.

Inoltre con ‘Artisti e Artigiani all’opera’ sono in programma interessanti dimostrazioni di lavoro ed esposizioni di prodotti. Con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini e dare un ulteriore slancio alla campagna di adozione verranno inoltre allestiti appositi angoli ‘Amici animali’, dove, in collaborazione con le associazioni animaliste, sarà data la possibilità di affido, oltre che la vendita di gadgets e la raccolta di fondi. 

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pubblicità