Direttore: Vincenzo Di Dino
Editore: Cristian Mameli

DAL FESTIVAL DI SANREMO AL FESTIVAL SAN BARTOLOMEO

Finalmente ci siamo! Dopo la kermesse musicale rivierasca, partirà il più grande dei piccoli festival letterari. Il paragone non sembri così irriverente. Vediamo perché.

...

di: Vincenzo Di Dino
05.03.2021 | 563 | Tempo di lettura 6'

Il festival della canzonetta, ormai rivalutato da tutti, riparte il 2 marzo. Per la prima volta senza pubblico in teatro. Milleduecento posti vuoti che faranno tremare i polsi di tanti (organizzatori, cantanti, conduttori, autorità locali e RAI) ma lo vedremo comunque perché è un rito collettivo, perché vogliamo sentire le canzoni, vedere gli ospiti, tornare ai bei tempi, finiti un anno fa. Settantunesima edizione, sette – uno. Fino al 6 marzo, cinque puntate intense con 26 cantanti “campioni” e otto “nuove proposte” che cercheranno di farci dimenticare per una settimana scarsa il problema covid (che sarà comunque davanti a tutti per la mancanza del pubblico in presenza, il plexiglas, le distanze, le mascherine).

Ma “che ci azzecca” il Festival Letterario & Solidale San Bartolomeo? Anche questa manifestazione ha la pretesa di fare Cultura, anche se in questo caso letteraria, attraverso saggistica, romanzi e poesia con uno spettro se possibile più ampio di quello musicale del Festival di Sanremo. Nel 2021 ci sarà l’edizione diciassette (1 – 7) anche se quello che si aprirà dal 7 marzo è la “coda” della sedicesima edizione (per la 17^ edizione dovrete aspettare l’autunno 2021). La formula si è adattata alla pandemia. Mezz’ora ogni sera per oltre 60 giorni. Dal lunedì al venerdì, dalle ore 21.00 alle ore 21.30. Una sorta di “vaccino culturale” con una infinità di richiami ma che tenterà di tenere incollato allo schermo (su www.facebook.com/latestataonline) un pubblico di lettori incalliti alla ricerca di un autore da scoprire, un libro da acquistare, una storia da apprendere.

I paragoni si possono fare, anche se in modo scherzoso. Sarebbe troppo dire che tutti gli autori che parteciperanno al San Bartolomeo siano dei “big”, dei campioni. Ma per me lo sono. Ognuno nel suo campo. E non manca la varietà. Molti scrittori dalla Sardegna ma tanti di altre regioni e di livello nazionale. E tante donne! Perché al Festival San Bartolomeo si sta attenti anche alla parità di genere (molto più del governo Draghi). Poi è vero che Sanremo è una gara canora. Ma al San Bartolomeo si potrà comunque indicare il libro preferito attraverso un voto legato all’acquisto dei biglietti della lotteria. Servirà per capire se c’è un tipo di letteratura che piace di più, non certo per dire chi è il più bravo, del resto neanche Sanremo ha questa capacità. Però nel caso si raggiunga il traguardo dei mille biglietti ci saranno dei bei premi sia per il primo estratto che per l’autore del libro che riceverà più segnalazioni.

La RAI farà il pieno d’ascolti, c’è da scommetterci. Ma non sottovaluterei il numero di visualizzazioni che LaTestata.it di Cristian Mameli e ArkaEventiCulturali.it faranno pubblicando le registrazioni delle interviste, per non parlare delle dirette su www.facebook.com/LaTestataOnline che trasmetterà ovunque la presentazione dei libri.

Tante case discografiche a Sanremo ma ancora più case editrici al San Bartolomeo. Ospiti e vallette pullulano a Sanremo ma al Festival Letterario & Solidale San Bartolomeo faremo di meglio. Chiuderà il Festival un padrino d’eccezione, Flavio Soriga, scrittore, autore e personaggio televisivo che porterà un suo successo editoriale: “Nelle mie vene”. E non ci saranno vallette ma in alcune puntate cointervisteranno due laureande in Scienze della Comunicazione, Ilaria Isabella Musu e Chiara Urru.

L’ultimo paragone irriverente lo voglio fare con i conduttori. Amadeus e Fiorello sono alla seconda edizione. Vincenzo Di Dino, me medesimo, ne ha presentate molte di più. E comunque abbiamo qualcosa in comune: siamo tutti interisti.

L’appuntamento sarà dalle ore 21.00 alle ore 21.30, tutte le sere dal lunedì al venerdì, a partire da lunedì 8 marzo per la dose quotidiana di "vaccino culturale", per farci compagnia, per divertirci in modo intelligente, per scoprire storie importanti, reali o fantastiche. Speriamo di essere in tanti, contiamo sul passaparola di tutti! Buon Festival, di Sanremo e di San Bartolomeo!

Nell’immagine, l’elenco degli scrittori e dei libri che parteciperanno al Festival Letterario & Solidale San Bartolomeo, in rigoroso ordine alfabetico per libro.

 

Francesco Caccetta

Abbandonati nella Rete. Internet e gli adolescenti

Tina Iannella

Abuso e testimonianze nel minore

Giuliana Carta

Addio per sempre

Gero Grassi

Aldo Moro: la verità negata

Francesco Terrone

Ancora la questione meridionale

Ester Tanasso, Alessandro Tessari

Ascoltare il dissenso

Davide Scanu

Assassinio a Villacasu

Alessio Lodes

Ataktos

Michele Gangale

Attraversamenti

Alessandra Sorcinelli

Avevo sempre le scarpe rosse

Leonardo Becchetti

Bergoglionomics

Yari Gugliucci

Billy Sacramento

Roberto Delogu

Blackout

Rita Russu

Budino di sangue

Francesco Casula

Carlo Felice e i tiranni sabaudi

Pino Aprile

Carnefici

Anna Palmieri Lallai

Cattedrale di Santa Maria

Elisabetta Gola, Riccardo Porcu, Fabrizio Meloni

Comunicare la salute

Roberto Brughitta

Coriandoli di storie

Mirella De Cortes

Da qui si vede il mare

Francesco Tedde

Dal diario di Franzì

Paolo Montaldo

Dike

Alessandra Lumachelli

Drinking (and Dancing) with L. A. - Le mie interviste a suon di musica

Claudia Musio

Farfalle nel vento

Anna Maria Casale

Figli che scoppiano la coppia

Giovanni Firinu

Frammenti

Luigi Spanu

Francesco Alziator in viaggio

Michele Cucuzza

Fuori dalle bolle!

Maria Grazia Catanzani

George Hilton, il cowboy, l'attore, l'uomo… il mito

Giorgio Grimaldi

I Verdi italiani tra politica nazionale e proiezione europea

Claudio Demurtas

Il cammino dell'anima

Paolo Arigotti

Il collegio dei segreti

Carlo Sorgia

Il fiore del cappero

Mara Piscitelli

Il mio nome è Belby

Viola Ardone

Il treno dei bambini

Alfred Meissner, Giancarlo Pisanu

In viaggio nel Regno di Sardegna

Isabella Floris

Jacaranda

Ritarella Paglietti

La città dei nove colli. Storia di Cagliari e della sua gente

Antonello Angioni

La congiura di Camarassa

Silvia Serafi

La farfalla di Gebze

Vincenza Palmieri

La filiera psichiatrica in Italia

Renzo Paternoster

La politica del male. Il nemico e le categorie politiche della violenza

Umberto Oppus

La spada e la gloria

Pier Paolo Cotza

La verità sardista 1919-1924

Gabriele Granato, Raffaele Picilli

L'inestimabile valore

Cosimo Lerario

L'invidia dei fenicotteri

Gianni Mascia

Litanie eretiche

Gianluca Celestino Cadeddu

L'occidentale dall'andamento lento

Gabriella La Rovere

L'orologio di Benedetta

Maria Cristina Malagoli

Luce nel buio

Francesco Sulis

Luna di sangue

Maria Teresa Fiumanò

Manicomio

Laura Tangherlini

Matrimonio siriano, un nuovo viaggio

Danilo Mallò

Memorie di un'anima

Marco Zucca

Mister 100 rossoblu

Lino Fraschini

Piccole storie cagliaritane

Alessandra Roggia

Progresso o regresso?

Gianni Simeone

Quale Salento? Quale Puglia?

Martuscello, Claudio Napoleone

Ritete con me… cioè… io

Anna Canepa, Pierpaolo Vargiu

Sana come un pesce

Marco Boato

Sandro Boato, in memoria di un Verde ecologista, urbanista e poeta

Marco Casula

Scogliere d'ombre

Viviana Viviani

Se mi ami sopravvalutami

Carlo Barbieri

Siculo babbìo

Roberto Pinna

Templar a Caralis et iter luminis

Patrizia Floris

Un tè a Marrakesh

 






© Riproduzione riservata

Dai un voto al nostro articolo?

0

0 totale
5
0%
4
0%
3
0%
2
0%
1
0%

Iscriviti alla nostra newsletter!



Articolo precedente
...
PRIMI APPUNTAMENTI DEL FESTIVAL LETTERARIO & SOLIDALE SAN BARTOLOMEO

Articolo successivo
...
GOVERNO DRAGHI SOTTO LE ASPETTATIVE. ECCO PERCHÈ

Gli eventi in Italia

Trova l'evento di tuo interesse


Lista eventi per regione
Cerca
Pubblicità
Grazie!
21/04/2021
Tot. Articoli letti 416480
Utenti on line 1
Fan su Facebook 2510
Utenti registrati: 41
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità