Direttore: Vincenzo Di Dino
Editore: Cristian Mameli

I colori nella cultura cinese

...

di: Donatella D'Addante
08.02.2021 | 55 | Tempo di lettura 5'

I colori, a seconda delle culture e delle epoche, possono acquisire valori diversi. Tradizionalmente il bianco (白色 bái sé) in Asia e, quindi, anche in Cina, è il colore del lutto, ma è anche associato al metallo, che rappresenta la luminosità, la purezza e l’appagamento. Rispetto al bianco, la prima associazione che sovviene ad un cinese è il colore diametralmente opposto al rosso (红色 hóng sé). Infatti, mentre il primo è il colore che si veste per onorare i defunti, il secondo è vietato ai funerali e preferito per le celebrazioni più felici, come i matrimoni, essendo segno di prosperità e fertilità. Il rosso rappresenta il colore del fuoco con le qualità di energia, passione, potenza, amore e buona fortuna tanto che è praticamente ovunque durante il capodanno cinese in quanto simboleggia felicità e ricchezza; non a caso il rosso è anche il colore delle buste rosse (红包, hóng bāo) che vengono regalate durante il capodanno cinese.  Ma è anche importante sapere che è meglio non scrivere mai i nomi con l’inchiostro rosso visto che, nei tempi antichi, il nome di un criminale nel braccio della morte era scritto con il sangue di pollo, lo stesso che in seguito si è evoluto nel colore rosso. Attualmente, alcune persone usano l’inchiostro di colore rosso per una lettera di rottura, una maledizione per annunciare la morte di qualcuno. Quindi è sicuramente meglio utilizzare una penna nera o blu se si vuole scrivere una lettera d’amore. Il nero, invece, (黑色hēi sé), opposto rispetto al bianco, con il quale compone l’unità di Yin e Yang, è un colore cui i cinesi legano significati sia positivi che negativi. Associato ai concetti di eleganza e qualità, è una tinta molto gettonata per l’abbigliamento di tutti i giorni. A differenza degli occidentali, i cinesi non legano il nero alla morte, ma occorre tener conto che questo colore può anche voler dire irregolarità o illegalitàsegreto. Il termine “malavita” è, infatti, tradotto in cinese con le parole nero+società, “società nera”, (黑社会, hēi shèhuì). Molto positivo è invece il blu (蓝色 lán sé) che, mentre in Occidente è legato all’idea di malinconia, in Cina rappresenta il legno e simboleggia anche la primavera, l’immortalità, il progresso, la  fiducia, la longevità ed è anche collegato al concetto di qualità. Peraltro è percepito come un colore femminile, mentre in molti altri paesi occidentali è legato al genere maschile. E’ il colore dell’acqua e del cielo, del silenzio, della calma, della tranquillità, della spiritualità e viene attribuito all’immortalità. Il verde (绿色 lǜ sé), invece, ha a che fare con i significati legati al colore della giada, quale purezzasinceritàaffidabilità e salute. A queste associazioni però bisogna aggiungerne una ulteriore, in controtendenza: i cappelli verdi, simbolo di infedeltà. La spiegazione risiede nel fatto che, a partire dalla dinastia Yuan (1279-1368), i membri delle famiglie di ogni prostituta furono obbligati ad indossare cappelli verdi. Ed oggi, se si vede qualcuno indossare un cappello verde e perché egli desidera che si sappia che il proprio partner è stato infedele. Ma , a parte questo, il verde in Cina indica qualcosa pulito e privo di contaminazione e, per lo stesso motivo, viene utilizzato su prodotti biologici. Il verde è in ogni caso il colore della natura, della crescita e della freschezza e, quindi, della vita. Il giallo (黄色 huáng sé) è considerato il colore più bello e importante in Cina. Tradizionalmente simboleggiava potere, successo, sacralità, regalità ed autorità, legato ai concetti di buon gustopurezzaricchezza e prosperità visto che nella Cina imperiale era il colore dell’Imperatore.

Il viola (紫色 zǐ sé) è un altro colore con ottime associazioni: lussoamore e armonia con l’universo. Il colore sembra attirare soprattutto i più giovani, che lo associano all’idea di amore. Poiché la porpora in Cina rappresentava la divinità e l’immortalità in tempi antichi, significato ancora attuale, oggi è associato al romanticismo. Invece, il rosa (粉色 fěn sé) in Cina è considerato una tonalità di rosso, per cui racchiude i suoi stessi significati di buona fortuna e gioia. Infatti, nella società cinese, durante le vacanze o le occasioni speciali, ci si scambia una busta rossa contenente denaro. Il colore rosso della busta rappresenta la buona sorte ed è un simbolo per allontanare gli spiriti maligni. Diversamente, il grigio (灰色 huī sé) in cinese simboleggia l’umiltà e il non pretendere e ha radici ben profonde; infatti, nei tempi antichi, la gente comune indossava abiti grigi e aveva case grigie. Oggigiorno, può essere usato per descrivere qualcosa di oscuro, offuscato o rappresenta un clima cupo e le emozioni.






© Riproduzione riservata

Dai un voto al nostro articolo?

0

0 totale
5
0%
4
0%
3
0%
2
0%
1
0%

Iscriviti alla nostra newsletter!



Articolo precedente
...
DAVIDE FAGGIOLI - UN MIX DI STILE E TALENTO

Gli eventi in Italia

Trova l'evento di tuo interesse


Lista eventi per regione
Cerca
Editoriale
Pubblicità
Grazie!
08/03/2021
Tot. Articoli letti 395682
Utenti on line 1
Fan su Facebook 2510
Utenti registrati: 39
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità