Direttore: Vincenzo Di Dino

Higuain e l’arte: un calciatore che costa più di un Van Gogh

... di: Luca Giovanni Masala | 13.08.2016 | 1268

Niente di nuovo sotto il sole. Che il calcio sia uno sport per ricchi (almeno a certi livelli) è cosa assodata. Ma rimarreste di stucco a pensare che invece, nonostante l’enorme giro di danaro che muove il mondo del pallone, quello dell’arte sia un mercato molte volte più redditizio in termini di movimento di danaro. Pensate che il giro d’affari dell’arte (compresi musei, monumenti e perfino mercato nero!) si dice essere il terzo al mondo, dopo armi e droga. Forse è solo una leggenda, ma non ci giurerei e prometto di procurarmi dei dati a riguardo. Per ora accontentatevi delle parole di qualche docente di Economia dell’arte da me sentite anni fa ad un suo corso.

In ogni caso mi sento di credere a questa teoria, anche perché essendo un lavoratore del settore, avrei solo da guadagnarci! E’ bello sapere di lavorare in un mercato così ricco, fa sperare che prima o poi una parte di quei milioni pervenga miracolosamente anche al sottoscritto. Chissà.

Sta di fatto che in nel calcio i milioni circolano di sicuro e certe cifre fanno quantomeno riflettere se le affianchiamo a dati reali provenienti dalle aste d’arte. In questi giorni ad esempio si parla tanto della clausola rescissoria del “pipita” Higuain, attaccante del Napoli e capocannoniere in carica della serie A. 94 (o 97 a detta di De Laurentis, presidente del Napoli) milioni di euro che la Juventus sarebbe pronta a pagare per strapparlo al club partenopeo. Ad averli io, con tutto il rispetto per Higuain, mi ci sarei comprato un Van Gogh (Campo di grano con cipressi fu venduto per 84 milioni nel 1993), con avanzo di 10 milioncini che male male non fanno.

E che dire dell’offerta per il francese della Juventus Paul Pogba? 120 o forse 140 milioni che il City verserebbe alla Juventus per avere il talento del centrocampo bianconero. Ci saremmo appesi in casa un Picasso o un Renoir e ci sarebbe anche qui avanzato qualcosa.

La lista potrebbe essere infinita. Ma tornando seri, viene da restare esterrefatti pensando a queste cifre e forse anche più facile credere al prof di Economia. Investimenti, guadagni, importanza della “merce”, pubblico, ecc… tutte cose che muovono questi mercati e che fanno lievitare queste cifre, alle volte anche oltre i limiti della decenza. Cose che noi poveracci non potremmo mai capire perché quelle che a noi sembrano solo spese, chissà, magari sono davvero investimenti che pagano molte e molte volte quanto si è speso.

Resta il fatto che è un piacere veder giocare certi giocatori e ammirare certe opere d’arte, ma nel dubbio io (egoisticamente) scelgo sempre l’opera d’arte. Entrambe restano per sempre nella storia, siano campioni o capolavori, ma meglio, a mio avviso, se la storia la fanno fra le mura di casa mia.

Vi lascio con una lista di calciatori il cui acquisto vi avrebbe garantito d’avere un capolavoro d’arte *

Neymar, 57 milioni > Donna con le braccia incrociate (Picasso) 55 milioni

Cavani, 64 milioni > Police Gazette (De Kooning) 63 milioni

Zidane, 75 milioni > Vaso con 12 girasoli (Van Gogh) 74 milioni

Cristiano Ronaldo, 94 milioni > Ritratto di Adele Bloch Bauer II (Klimt) 93 milioni

Bale, 101 milioni > Dora Maar con gatto (Picasso) 100 milioni

Chissà se i nuovi record potranno permetterci a breve di dire che con il prezzo di un certo giocatore, ci si sarebbe potuti comprare N°5 di Pollock, al momento l’opera più cara al mondo, con i suoi 148 milioni.

*NB i prezzi non sono convertiti euro-dollaro e sono puramente indicativi.


Nothing new under the sun. That football is a sport for the rich (at least at some level) is well-founded. But I'd be stunned to think that instead, despite the huge round of money that makes the world of football, as art is a market many times more profitable in terms of money movement. Do you think that the tour of the art business (including museums, monuments and even the black market!) Is said to be the third in the world, after arms and drugs. Maybe it's just a legend, but I would not swear and promise to get hold of data obtained. For now be content of the words of some professor of art Economics I heard years ago to run its course.

In any case I would believe this theory, because being an industry worker, I would have everything to gain! It 'nice to know to work in such a rich market, gives hope that sooner or later some of those millions miraculously well received by the undersigned. Who knows.

The fact is that in football the millions circulating for sure and certain figures do at least reflect on whether we support the real data from the art auctions. These days such people are talking about the release clause of "hangnail" Higuain, Napoli striker and top scorer in charge of Serie A. 94 (or 97 according to De Laurentis, Napoli president) million euro that Juventus would be ready to pay for him from the Naples club. To them I, with all due respect to Higuain, me I would have bought a Van Gogh (Wheatfield with cypresses was sold for 84 million in 1993), with a surplus of 10 milioncini that bad bad do not.

And what about the offer for the French Juventus Paul Pogba? 120 or perhaps 140 million that the City would pay to Juventus for the talent of the Juventus midfield. We would have hung in the home a Picasso or Renoir and there would also be something here advanced.

The list could be endless. But back serious, it is to remain astonished thinking about these figures and perhaps even easier to believe the Professor of Economics. Investments, earnings, importance of "goods", public, etc ... all things that move these markets, and that drives these figures, sometimes even beyond the bounds of decency. Things that us poor people could never understand why those that seem to us only expenses, who knows, maybe they are really investments that pay many times over what has been spent.

The fact remains that it is a pleasure to see play certain players and admire certain works of art, but when in doubt I (selfishly) I always choose the artwork. Both remain forever in the history, they are samples or masterpieces, but better, in my opinion, if history is made within the walls of my house.

I leave you with a list of players whose purchase would guarantee you to have a masterpiece of art *

Neymar, 57 million> Woman with arms crossed (Picasso) 55 million

Cavani, 64 million> Police Gazette (De Kooning) 63000000

Zidane, 75 million> Vase with 12 Sunflowers (Van Gogh) 74 million

Cristiano Ronaldo, 94 million> Portrait of Adele Bloch Bauer II (Klimt) 93 million

Bale, 101000000> Dora Maar with Cat (Picasso) 100 000 000

I wonder if the new records will allow us short of saying that with the price of a certain player, one might have to buy # 5 in Pollock, at the time the most expensive work in the world, with its 148 million.

* Note: prices are not converted to euro-dollar and are indicative only.



Articolo precedente
...
mio, tuo no, dell'ARTE
Pubblicità
264
editoriale

CORONAVIRUS, ITALIA BATTE CINA!

... di: Vincenzo Di Dino

Pubblicità