Direttore: Vincenzo Di Dino
Editore: Cristian Mameli

CONTE FIRMA IL NUOVO DPCM

Cosa cambierà a partire da domani?

... di: Chiara Urru 25.10.2020 | 201 | Tempo di lettura 2'

Si è giunti alla temuta seconda ondata di contagi da Covid-19 e numerosi sono i provvedimenti che il Governo ha adottato per scongiurare un maggiore incremento dei casi. Rispetto al precedente lockdown si è optato per una semichiusura che permetterà ai cittadini di continuare a circolare, ma che allo stesso tempo impone delle restrizioni a quelle che sono alcune delle attività del tempo libero e ad alcune attività commerciali, oltre che un sempre rigido rispetto delle regole di distanziamento sociale e di uso della mascherina.

Ecco nel dettaglio le nuove misure.

La chiusura dei locali pubblici è fissata per le ore 18 nei giorni feriali, mentre la domenica e nei festivi attività quali bar e ristoranti possono rimanere aperti.

L’attività scolastica proseguirà nel suo normale corso per quanto riguarda le scuole primarie e le scuole dell’infanzia. Le istituzioni scolastiche di secondo grado dovranno invece adottare forme di attività didattiche flessibili, le quali verranno integrate con la didattica digitale (DAD), fino al circa il 75% delle attività complessive. L’ingresso negli istituti scolastici dovrà avvenire prima delle ore 9 ed è contemplata la possibilità di utilizzare turni pomeridiani.

Restano ancora liberi gli spostamenti tra le diverse Regioni.

Altro punto cardine di questo nuovo DPCM sono i trasporti. A tutte le persone è raccomandato di non spostarsi con i mezzi di trasporto, siano essi siano pubblici o privati, se non per comprovate esigenze lavorative, di studio e di salute.

Le palestre e le piscine, attività sotto osservazione durante la settimana appena trascorsa, resteranno chiuse, così come centri benessere e centri termali. Sono consentite, invece, le attività nei centri di presidio sanitario obbligatorio o che effettuino l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza. Inoltre sarà possibile continuare l’attività sportiva di base svolta all’aperto presso centri e circoli sportivi, sia pubblici che privati, sempre con il rispetto delle norme di distanziamento sociale e evitando di creare assembramenti. Cinema, teatri e sale da gioco e scommesse saranno chiusi, mentre saranno consentite le attività dei centri culturali, sociali e ricreativi.






© Riproduzione riservata

Dai un voto al nostro articolo?

5

2 totale
5
100%
4
0%
3
0%
2
0%
1
0%

Iscriviti alla nostra newsletter!



Articolo precedente
...
Denunciato lo storico Alessandro Barbero

Articolo successivo
...
Ora solare o ora legale?

Gli eventi in Italia

Trova l'evento di tuo interesse


Lista eventi per regione
Cerca
Editoriale
107
Pubblicità
Grazie!
29/11/2020
Tot. Articoli letti 340648
Utenti on line 1
Fan su Facebook 2510
Utenti registrati: 38
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Articoli più letti

escursioni - 36408

sport-da-fare - 6746

Luca Giovanni Masala di: Luca Giovanni Masala

corsi - 6338