E SE AVESSE RAGIONE MARCO TRAVAGLIO?

La domanda può apparire retorica ma lasciamo ai lettori, cittadini ed elettori giudicare. Magari fate in fretta perché è già troppo tardi.

Era da un po’ che non ridevo così tanto e forte a teatro. Non era uno spettacolo di qualche cabarettista o attor comico. Purtroppo è tutto reale. Ma come legge la realtà il direttore responsabile de “Il Fatto quotidiano”, riesce anche a strapparti un sorriso. Amaro forse.

Non condivido quelli che “non guardo Report perché poi mi arrabbio”, “ho smesso di leggere Marco Travaglio perché purtroppo ha ragione e quindi poi sto male”. Quindi è meglio leggere “Topolino” o “Byoblu” che in quanto a fantasia se la giocano alla pari. O sfogliare “Libero” o “Il Vernacoliere” dove il primo vince sul secondo per turpiloquio, faziosità e balle?

Io preferisco documentarmi anche se la cosa dovesse farmi arrabbiare. Meglio sapere cosa succede che restare ignari e bersi qualunque menata da parte dei giornali che riportano quello che dicono alcuni politici.

Il resoconto della serata lo potete leggere qui e se avete occasione, andate a godervi un Marco Travaglio in forma strepitosa a teatro, senza accompagnamenti musicali o recitati.

Il riassunto lo potete leggere comodamente nel “giallo dell’estate”, l’ultimo dei, non so più quanti sono, suoi libri “I segreti del conticidio” sottotitolo: il “golpe buono” e “il governo dei migliori”.

Diceva il più grande giornalista, suo mentore, Indro Montanelli: “la forza di Marco Travaglio è l’archivio”. Sì perché riesce a mettere insieme tutti i fatti accaduti uno dietro l’altro, sia che si ricostruisca la fedina penale di B in uno degli innumerevoli libri a lui dedicati, sia che si parli di come si è arrivati al conticidio.

Perché a differenza di Report che è in grado di smascherare i trucchi contabili della rubentus o ricostruire i rapporti Stato-mafia, facendoti incavolare, almeno Marco Travaglio ti strappa un sorriso per il suo modo di raccontare, di ricostruire e ti racconta la storia politica degli ultimi anni che ti è accaduta sotto il naso ma che tu non sei stato capace di vedere, forse perché leggevi Libero, ma anche Repubblica o perfino il Corriere della Sera.

Ed ecco che tutto ti appare finalmente più chiaro. A chi conviene la guerra in Ucraina? Ai russi, agli americani ma non agli europei. A chi è convenuto far cadere il governo Conte due? Ai Benetton, per esempio e a tutti quelli che temevano di non poter più fare certi affari. E con la complicità di chi è caduto? E che responsabilità ha il governo Draghi nell’aver gonfiato elettoralmente Fratelli d’Italia? E il PD? Esiste ancora il PD?

I segreti del conticidio” sarà un successo come “L’odore dei soldi”, “Mani pulite”, “La scomparsa dei fatti”… però svegliatevi… non fatelo solo per tre ore a teatro!

Vincenzo Di Dino e Marco Travaglio a cena dopo la presentazione al Festival Letterario San Bartolomeo il 4 Settembre 2007
I direttori responsabili di www.laTestata.it Vincenzo Di Dino e de Il Fatto Quotidiano Marco Travaglio al Teatro Massimo il 29 gennaio 2023


Autore

2023-02-01